​QUADRUCCI N.7 BIO PASTA DI CAMERINO CON CECI, GUANCIALE E STRACCIATELLA

INGREDIENTI 
Quadrucci n.7 bio Pasta di Camerino 125g

Guanciale 150g

Ceci 150g

Burrata 100g

Rosmarino 2 rametti

Scalogno 1

Olio EVO 3 cucchiai

Brodo vegetale q.b.
PROCEDMENTO
Mettete in ammollo i ceci in abbondante acqua fredda per una notte, scolateli lavandoli bene sotto l’acqua corrente e lessateli in acqua bollente per uno ora e mezza circa (in alternativa potete anche usare i ceci già lessati).

Preparate un brodo vegetale semplice con sedano carota e cipolla.

Tritate lo scalogno finemente e  mettetelo a stufare in padella con tre cucchiai di olio evo per circa 10 minuti (aiutatevi con un po’ d’acqua se vedete che tende a bruciarsi).

Aggiungete il guanciale e fatelo rosolare finché il grasso non sarà trasparente.

A questo punto aggiungete i ceci e saltateli a fuoco vivo per qualche minuto.

Mettete ora in padella i quadrucci e procedete con una cottura tipo “risotto” cioè aggiungendo brodo POCO alla volta fin a cottura ultimata. 

Una volta terminata la cottura mettete un mestolo di pasta nel piatto, aggiungete qualche cucchiaino di stracciatella e cospargete con il rosmarino che avrete precedentemente tritato molto fine.

Fettuccine ” pasta di Camerino” con zucchinette, fiori di zucchina e toma di capra

INGREDIENTI

Fiori di zucchine con zucchinette 20

Fettuccine bio pasta di Camerino 320g

Aglio 2 spicchi

Toma di capra 70g

Olio evo 4 cucchiai

Pepe nero q.b

Sale q.b

Prendete i fiori di zucca e staccateli dalle zucchinette, lavateli, asciugateli  poi puliteli e tagliateli a listarelle in verticale.

Lavate le zucchine e tagliatele a rondelle di circa un cm.

In una padella scaldate l’olio e fate imbiondire gli spicchi d’aglio, aggiungete le zucchine, fate saltare per cinque minuti, dopodiché aggiungete i fiori di zucca e fate saltare per un altro minuto.

In una pentola con abbondante acqua salata cuocete le fettuccine. Prima di scolarle aggiungete mezzo mestolo di acqua di cottura nella padella con le zucchine di fiori. Scolate e quindi saltate la pasta finché il liquido non si sarà asciugato. A questo punto impiattate e grattugiate con una grattugia a fori larghi la toma di capra ( grattugiate con delicatezza, la toma è un formaggio abbastanza morbido) . Aggiungete un filo d’olio evo a crudo, una macinata di pepe nero ed il piatto è pronto!

FRITTELLE DI GRATTINI BIO “PASTA DI CAMERINO”

INGREDIENTI (PER CIRCA 20 FRITTELLE)
Grattini bio Pasta di Camerino 125g

Curcuma 2 cucchiaini

Parmigiano Reggiano 60g

Uova 2

Pangrattato 150g

Acqua 1250ml

Sale q.b.

Olio per friggere q.b

PROCEDMENTO
Mettete a bollire sul fuoco l’acqua con i due cucchiaini di curcuma.

Quando bolle fate cuocere i grattini e, una volta cotti, fateli raffreddare completamente.

A raffreddamento completo avranno assorbito tutta l’acqua in eccesso.

Mettete la pasta in una ciotola capiente, aggiungete uova, parmigiano, pangrattato e mescolate con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo, non troppo solido ma nemmeno troppo molle, di una consistenza tale  da poter essere lavorato.

Formate delle palline della dimensione di una palla da golf, schiacciatele fino a farle diventare un “disco” e poi friggetele in abbondante olio bollente (170-180°) finche non saranno completamente dorate.

Mettetele ad asciugare su carta assorbente per fritti, salate e servitele ancora calde.

TORTA DI CAROTE E MANDORLE

 INGREDIENTI 

 

  • CAROTE 350g
  • FARINA 00 150g + DUE CUCCHIAI PER INFARINARE LA TORTIERA
  • MANDORLE 100g
  • OLIO EVO 100g
  • ZUCCHERO 175g
  • BACCHE VANIGLIA 1
  • LIEVITO PE DOLCI 1 BUSTINA
  • SALE 1 PIZZICO
  • ZUCCHERO A VELO Q.B.
  • BURRO Q.B.

 

 

PROCEDMENTO

 

Tritate le carote in un mixer.Sempre in un mixer tritate le mandorle. In una una ciotola mettete le carote (che avrete precedentemente scolato per eliminare l’eventuale liquido in eccesso) la farina, il sale, il lievito ed i semi della bacca di vaniglia. Mescolate bene.

In una planetaria montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso.

Incorporate le parti secche al composto di uova e zucchero mescolando delicatamente con una spatola.

Trasferite il composto ottenuto in una tortiera con cerniera di 24cm precedentemente imburrata ed infarinata e cuocete a 180° statico per 35 minuti (controllando comunque facendo la prova dello stuzzicadenti )

Una volta cotta, spegnete il forno e lasciate riposare con sportello semi  aperto per 10-15 minuti dopodiché togliete la toglietela dal forno, lasciatela raffreddare completamente, spolverizzatela con zucchero a velo e servitela!

 


Tagliatelle bio “Pasta di Camerino” con fave, pomodorini datterini e pecorino di Pienza

INGREDIENTI
• Tagliatelle bio Pasta di Camerino 320g

• Fave 800g

• Pomodorini datterini 300g

• Pecorino di Pienza 50g

• Scalogno 1

• Olio EVO 3 cucchiai

• Sale q.b.

PROCEDMENTO
Iniziate aprendo i baccelli, estraendo i semi ed eliminando il peduncolo.

Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, portate ad ebollizione e cuocete le fave per circa 5 minuti.

Scolate le fave e raffreddare con acqua fredda.

Quando lo scalogno è appassito, aggiungete le fave ed i pomodorini e fate cuocere per circa 3 minuti.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e, raggiunta l’ebollizione, cuocete le tagliatelle.

Prima di scolare prendete un mestolo di acqua di cottura e versatelo nella padella con fave e pomodorini.

Scolate le tagliatelle, aggiungetele in padella e saltatele a fuoco vivo finché tutto il liquido non si sarà asciugato.

Spegnete il fuoco, aggiungete metà del pecorino grattugiato e mescolate delicatamente.

A questo punto potete impiattare spolverando con il pecorino rimasto.

Riso gigante Vercelli “idea riso” con seppie, kiwi e zeste di limone

INGREDIENTI

  • Riso gigante Vercelli 320g
  • Seppie 400g
  • Kiwi 2
  • Limoni 1
  • Scalogno 1
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • Burro 25g
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale q.b

PROCEDIMENTO

Prendete le seppie pulitele eliminando “l’osso” interno e tagliatele a rondelle.

In una padella mettete lo scalogno tritato e fatelo rosolare finché non diventa trasparente aiutandovi con un po’ di brodo vegetale se vedete che si sta seccando troppo.

Aggiungete le seppie e fatele cuocere per circa 10minuti o comunque finché non è evaporato tutto il liquido che le seppie avranno ceduto.

Aggiungete il riso, fatelo tostare per un paio di minuti stando attenti che non si abbrustoliscano le seppie. Sfumate col vino e, una volta evaporato, iniziate la cottura aggiungendo brodo poco alla volta.

Nel frattempo pelate i kiwi e frullateli con un pizzico di sale e pepe.

Una volta cotto il riso aggiungete il burro freddo di frigo ( più freddo è meglio è) e mescolate, poi coprite con un coperchio e fate riposare 5 minuti.

A questo punto mettete il riso con le seppie nel piatto, aggiungete a gocce la purea di kiwi, quindi grattugiate su tutta la superficie la buccia del limone stando attenti a non grattare il bianco che risulterebbe troppo amaro.

Piatto pronto!!